ALVAH

ALVAH

Su un fondale tra i 30 ed i 55 metri si trova adagiato il relitto di Cannitello, recentemente identificato con la nave "Alvah".

Si tratta di un cargo che trasportava granaglie che, secondo i racconti dei pescatori, in una notte dei primi del 1900 si scontrò con un’altra imbarcazione e, cercando di guadagnare la riva calabrese, vi affondò. Lo scafo è adagiato capovolto sul fondale che degrada rapidamente, diviso in due tronconi, con la prua rivolta verso riva a - 30 m e la poppa a 55 metri, dove spuntano dalla sabbia le pale dell'elica.

Read more


ANNA BIANCA

ANNA BIANCA

Il relitto si trova a circa cento metri dalla costa dell'isola di Giannutri, all'interno della parte nord di Cala Ischiaiola. È adagiato in due tronconi su un fondale sabbioso tra i 35 ed i 52 metri di profondità.

L'Anna Bianca era un piccolo mercantile lungo 46 metri e largo 9 metri costruito dai cantieri inglesi A/S Marstal nel 1921. Il 3 aprile 1971 mentre stava trasportando un carico di polvere di pomice, fu sorpresa da una violenta tempesta che la mandò ad urtare gli scogli affioranti vicino Punta Pennello facendola colare a picco.

Read more


BETTOLINA TEDESCA

BETTOLINA TEDESCA

Si tratta di una piccola nave tedesca, affondata durante il secondo conflitto mondiale, adibita al cabotaggio costiero.

Si trova adagiata su un fondo sabbioso-detritico in assetto di navigazione con la prua rivolta a Nord ad una profondità di 36 m e con la poppa a -42 m, in assetto parallela alla spiaggia. Le sue condizioni sono molto buone e le dimensioni ridotte fanno sì che si possa esplorarla interamente da prua a poppa.

Read more


BOMBARDIERE BR20

BOMBARDIERE BR20

Il Fiat B.R.20 "Cicogna" era un bombardiere bimotore ad ala bassa sviluppato dall'azienda italiana Fiat Aviazione negli anni trenta, introdotto nel 1936 e rimasto in servizio fino alla fine della seconda guerra mondiale.

E' un'immersione impegnativa, su un fondo sabbioso di 47 metri, dove il relitto è divenuto insperato rifugio per un gran numero di specie animali, trasformandosi in una vera e propria oasi di vita. A volte la corrente può essere così forte da rendere obbligatoria la discesa lungo un cavo, regalando però una visibilità straordinaria.

Read more


CAPITAN ANTONIO

CAPITAN ANTONIO

E' il relitto di un mercantile italiano affondato nelle acque antistanti il Comune di Santa Caterina dello Jonio. E' oggi diviso in due tronconi, poco distanti l'uno dall'altro; risulta parzialmente penetrabile.

Il relitto è sempre circondato da fitti banchi di castagnole e piccolo pesce azzurro; numerose anche le triglie, i saraghi e le occhiate.

Read more


CARGO ARMATO UJ2207

CARGO ARMATO UJ2207

Comunemente conosciuto come cargo armato, era in origine un ex peschereccio d’altura costruito nel 1926 in Francia il suo vero nome era Islande. Nel 1942 viene requisito dalle armate tedesche che lo trasformarono in caccia-sommergibili, viene ribattezzato col nome di UJ2207.

Entra così a far parte della flotta tedesca denominate UJ22 proprio come il KT-Eros che giace nella stessa zona. Nel Novembre del 1944, viene colpita e affondata dalla flotta Inglese - americana, nei pressi di Sestri Levante, teatro di numerosi affondamenti durante il secondo conflitto mondiale.

Read more


CARIDDI

CARIDDI

La nave traghetto "Cariddi" fu varata nel 1930 a Trieste e fu una delle prime unità della flotta delle Ferrovie dello Stato, operativa nello Stretto di Messina, dotata di motori diesel.

Il suo aspetto originario non corrispondeva a quello attuale poichè nel 1951, a seguito di un autoaffondamento avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale (agosto 1943), la nave fu ricostruita, dopo essere stata tagliata in due tronconi (prodiero e poppiero), prolungandola di 11 m con l'aggiunta di un secondo fumaiolo, aggiungendo una fila di binari e modificando il settore di prua in modo da poter ospitare un maggior numero di autovetture.

Read more


COSALA

COSALA

Il relitto del Cosala giace sul fondale al largo delle coste di Badolato (CZ). Si tratta di una nave da carico da 10.000 tonnellate, silurata nel 1943. Lo scafo è diviso in due tronconi; la prua punta decisamente verso il blu con ancora al loro posto, negli occhi di cubia, le possenti ancore ed il catename.

Immersione da effettuarsi esclusivamente da barca; sia la discesa che la risalita avvengono lungo la cima di ormeggio.

Read more


DUNRAVEN

DUNRAVEN

Il Dunraven è una nave vittoriana a vela e vapore che trasportava un carico di spezie, cotone e legname proveniente dall'India. Leggenda racconta che si incagliò sulla barriera corallina durante una lite tra il capitano, sua moglie e il primo ufficiale, prese fuoco e affondò.

Dal 1876, quindi da più di 130 anni, il relitto giace sottosopra di fianco alla barriera a 30 metri di profondità. Il carico fu recuperato da un team di archeologi nei primi anni '80, e il relitto potrebbe ora essere paragonato ad una grotta nel cui interno si trovano triglie e grosse murene. Grazie alla sua lunga permanenza sottacqua, la chiglia è incrostata di coralli e abbondante di vita marina, tra cui nutriti gruppi di pesci pipistrello, pesci ago e il rarissimo pesce ago fantasma.

Read more


ELVISCOT

ELVISCOT

Elviscot Relitto Pomonte Una delle poche immersioni effettuabili all’Elba senza l’ausilio di un’imbarcazione. Si parte dalla spiaggetta di Pomonte per raggiungere il vicino scoglio dell’Ogliera dove sul lato sinistro è adagiato su un fondale detritico,Elviscot Relitto di Pomonte Subacquea Isola d' Elba a 12 metri di profondità, lo scafo della nave Elviscot affondata nel 1972 a causa di una violenta mareggiata che la spinse contro le rocce della costa.

La prua del relitto è deteriorata dalle mareggiate mentre la poppa giace in buone condizioni. Tra le lamiere si scorgono gronghi, saraghi e polpi mentre i riflessi di luce, che i raggi del sole creano penetrando dagli oblò, creano effetti ideali per inconsuete immagini fotografiche.

Read more


FORT MISSANABIE

FORT MISSANABIE

Si tratta del relitto di un cargo armato di nazionalità inglese silurato nel maggio del 1944. Impressionante la vista del relitto spezzato in due tronconi: la metà di poppa è in assetto di navigazione, con la poppa armata e le eliche maestose sollevate dal fondo, mentre la prua giace capovolta perpendicolarmente.

Read more


KINGDOM

KINGDOM

Il Kingdom, uno splendido relitto alla portata di tutti i sub si trova a Guardavalle Marina, e per visitarlo, non occorre disporre di un brevetto avanzato. La bassa profondità del fondale su cui è adagiato (da - 3 a - 10 metri).

La nave si presenta divisa in 2 grossi e compatti tronconi distanti tra di loro che è possibile circumnavigare agevolmente.

Read more


KT UJ 2216

KT UJ 2216

l “KT”è un Caccia anti-sommergibili modello UJ 2216 affondato nel settembre del 1944. Il relitto giace ad una profondità di 53 metri. La nave si chiamava originariamente Eros ed era uno splendido yacht appartenente a un nobile francese, il barone Henri de Rotschild. Le prime missioni affidate a questo prestigioso yatch furono per lo più diplomatiche ma in seguito vennero fatte diverse modifiche al fine di trasformarlo in un U-Jager (cacciatore di sottomarini).

Read more


LAURA COSULICH

LAURA COSULICH

E' il relitto di una nave da carico lunga circa 150 m silurata nel 1941. Affondata in assetto di navigazione e rimasta tale, è oggi insabbiata per metà; l’altra metà, quella di poppa, è però ben conservata, con le sue larghe stive, gli alti pennoni e la pala del timone sotto l'imponente poppa.

Tutta la nave è ricoperta da madreporari e spugne di vario genere, oltre a tunicati; gli Anthias (Anthias anthias) ed i Saraghi (Diplodus sp.), insieme alle Castagnole (Cromis cromis), creano delle vere e proprie nuvole che avvolgono e circondano l’intera struttura della nave.

Read more


PASUBIO

PASUBIO

Il relitto del Pasubio è uno dei più affascinanti del basso Jonio calabrese. Si tratta di un piroscafo, silurato ed affondato da un sommergibile britannico nel 1943 al largo di Roccella Jonica.

Il relitto è adagiato sul fondo sabbioso a 44 m di profondità, leggermente sbandato sul fianco di sinistra; le sovrastrutture della nave si incontrano già ad una profondità di 34 metri, mentre l'elica si trova a 42/44 metri. L’immersione avviene dal gommone, lungo la cima di discesa, e la visita alla nave viene usualmente effettuata in due tuffi distinti: uno per la zona centrale e la prua e l’altro per la poppa.

Read more


RIGOLETTO

RIGOLETTO

Il Rigoletto è un altro affascinante relitto che si trova nelle acque dello stretto di Messina; si tratta di un mercantile dalle ampie stive lungo 105 m, affondato negli anni '50 vicino alla riva messinese.

Trasportava automobili, facilmente ispezionabili nelle stive. Di grande effetto anche l’elica dalle grandi pale che si stagliano nette contro il blu del fondo. Il relitto lo si raggiunge con una breve navigazione partendo dalle coste calabresi. Giace su un fondale digradante: la prua spunta fuori dall’acqua e le eliche si trovano a –35 mt di profondità.

Read more


SS THISTLEGORM

SS THISTLEGORM

Il famoso relitto del Thistlegorm affondò nel 1941 nella zona di Sha'ab Ali nel Golfo di Suez. Trasportava i rifornimenti destinati alle truppe inglesi che si trovavano di base ad Alessandria.

Durante l'immersione vi imbatterete in camion Bren Carriers, motociclette BSA, jeep, parti di aeroplani, fucili, equipaggiamento radio, munizioni e stivali di gomma. Il Thistlegorm, un paradiso per gli appassionati di relitti, è inoltre colmo di vita marina con nutriti gruppi di barracuda, tonni e cernie. Per immergersi al relitto bisogna partire all'alba. Dopo colazione in barca sono previste due immersioni al relitto.

Read more


THE MILFORD HAVEN

THE MILFORD HAVEN

La petroliera Milford Haven è ad oggi il relitto più grande del Mare Mediterraneo. Sono molti i subacquei che si immergono alla scoperta di questo gigante. Ogni immersione diventa il richiamo per tornare ancora.

Duecento metri circa di lunghezza, per una larghezza di cinquanta (così misura la nave priva della prua che si trova a 490 metri di profondità) è ciò che rimane della nave adagiata sul fondale di ottanta metri a due miglia dalla costa del ponente ligure.

Read more


VALFIORITA

VALFIORITA

Il Valfiorita è considerato il "Thistlegorm" del Mediterraneo per la sua imponenza e le stive piene di auto, camion e moto. Si tratta di un cargo armato di 6.600 tonnellate di stazza, lungo 110 m.

Trasportava mezzi di ogni genere: da quelli alimentari, ai mezzi militari, alle munizioni, oltre a soldati italiani e tedeschi. Fu silurata da un sommergibile inglese il 9 luglio del 1943 e affondò spezzata in due tronconi.

La parte di prua giace oggi adagiata sul fianco sinistro a breve distanza dal resto della nave, che è poggiata sul fondo in assetto di navigazione rivolta verso il largo. Situato al largo della costa di Messina, lo si raggiunge con una quindicina di minuti di navigazione partendo dalle coste calabresi.

Giace su un fondale di -70 m. Le sovrastrutture si trovano tra i – 40/45 m.

Read more

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito./ I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information